homepage
 
ISO 14001 - EMAS
 
L'azione dell'impresa a favore dell'ambiente diviene tanto più incisiva in quanto si realizzi nel contesto di un apposito sistema di gestione ambientale.
I sistemi di Gestione Ambientale hanno una impostazione di tipo simile a quanto già ampiamente sperimentato nel campo della Garanzia della Qualità. Già da alcuni decenni, infatti, le Aziende hanno cominciato a gestire la Qualità in maniera diversa: da un Controllo Qualità prevalentemente basato sulla verifica del prodotto e conseguente separazione tra prodotto conforme e prodotto di scarto, motivi di costo e di sicurezza hanno spinto verso la Gestione di un Sistema Qualità che, con una filosofia di prevenzione e miglioramento, tiene sotto controllo tutte le attività aziendali che influiscono sulla Qualità, dal controllo delle materie prime e dei fornitori al controllo delle previsioni di vendita, del processo produttivo, della distribuzione e delle consegne al cliente.
In maniera analoga, la Gestione Ambientale prevede che le Aziende non si limitino ad un puntuale controllo dei loro effluenti per il rispetto di Regolamenti e Norme di Legge, ma organizzino un Sistema basato non solo sulla prevenzione di eventuali inconvenienti, ma anche su un programma di miglioramento continuo del comportamento aziendale nei confronti dell'ambiente circostante. Il Pubblico non ha più solo un ruolo passivo su specifici aspetti del controllo tecnico effettuato dalle Istituzioni sull'Azienda, ma viene anche coinvolto nei programmi aziendali ed informato, in forma chiara e comprensibile, su situazioni e prospettive.
 
 
La certificazione ambientale
 
La similitudine tra Gestione della Qualità e Gestione dei Problemi Ambientali non è casuale: già da tempo molte Aziende considerano la gestione dei problemi ambientali come un aspetto fondamentale della Qualità Aziendale. Una Azienda non può infatti pensare di operare in condizioni di Garanzia della Qualità e quindi di presentarsi sul mercato come un fornitore credibile ed affidabile se non è in grado di dare risposte adeguate, oltre che ai propri clienti, anche ad altri interlocutori come le Istituzioni (per Leggi e Regolamento), il Pubblico (per problemi di ambiente e immagine), i propri Collaboratori (per gli aspetti legati alla sicurezza). Queste considerazioni hanno portato a rilevare notevolissime analogie tra le Norme per Garanzia della Qualità (ISO 9000) e quelle per la Gestione dell'Ambiente (ISO serie 14000). Le similitudini di impostazione sono basate su considerazioni di fondo molto simili che la Gestione della Qualità ha ormai assimilato, ma che per la Gestione Ambientale sono ancora piuttosto nuove.
Per la gestione della Qualità, infatti, già da tempo si ritiene che debba svilupparsi un concetto basato più sulla responsabilizzazione del produttore che sui controlli esterni obbligatori, ritenendo che dal punto di vista tecnico l'autocontrollo sia il sistema più efficace e che, fino a prova contraria, debba esser data fiducia a chi produce e si autocontrolla. Per la gestione degli aspetti ambientali le considerazioni sono sostanzialmente analoghe, ma con una differenza sostanziale: mentre nel caso della Qualità i requisiti dei prodotti non sempre vengono stabiliti per Legge, ma vengono sempre verificati nel rapporto fornitore-cliente, nel caso delle Certificazioni di Sistema di Gestione Ambientale i requisiti minimi delle prestazioni ambientali vengono fissati per Legge e gli organi pubblici sono preposti al controllo, mentre eventuali requisiti aggiuntivi stabiliti dall'Azienda sono completamente affidati all'autocontrollo aziendale

 

Servizi Area Ambientale


• Valutazione, controllo e riduzione delle incidenze sulle componenti ambientali
• Energy Audit – valutazione consumi e analisi di riduzione
• Gestione Rifiuti D.lgs 152/06 (registro carico e scarico, formulario, MUD)
• Emissioni in atmosfera (Progetto Autorizzazione ai sensi delL’Art. 269 D.Lgs 152/06)
• Prodotti: imballaggio, trasporto, uso e smaltimento
• Formazione interna dipendenti
• Bonifiche ambientali – Piano di caratterizzazione
• Mappatura amianto – Valutazione del rischio
Ultimo aggiornamento 29 ottobre 2019